I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. I cookie presenti in questo sito sono esclusivamente di tipo tecnico e non profilano in alcun modo il comportamento dell’utente. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Informativa Cookie.

L'AFRICA CHIAMA ONLUS ONG - Via Giustizia , 6/D - 61032 Fano (PU)

Tel. e fax 0721.865159

UN'”OASI” PER GLI STRANIERI PRESENTI SUL TERRITORIO

Fano. Avviato da L’Africa Chiama un servizio di orientamento sanitario gratuito per stranieri, denominato OASI.


L’Africa Chiama opera da più di 15 anni in Kenya, Tanzania e Zambia con progetti in ambito educativo, sanitario e alimentare, arrivando a sostenere, nell’ultimo anno, più di 18.000 bambini e ragazzi in difficoltà. Ma L’Africa Chiama opera dal 2001 anche nel territorio regionale, con eventi di sensibilizzazione aperti a tutta la cittadinanza e con iniziative di educazioni alla mondialità nelle scuole, che coinvolgono studenti delle elementari, medie e superiori.

Oggi L’Africa Chiama, convinta che l’integrazione sia un presupposto fondamentale per una società inclusiva, promuove il progetto O.A.S.I. - Orientamento alla Salute per Immigrati.
Con il supporto finanziario di Fondazione Cariverona e la partnership di Università di Urbino, Asur Marche Nord e Associazione Nuovorizzonte, costituita da immigrati della Provincia, il progetto O.A.S.I. si pone l’obiettivo di favorire l’accesso gratuito ai servizi sanitari della popolazione straniera del nostro territorio che ne è esclusa a causa di difficoltà linguistiche, differenze culturali o mancanza di risorse finanziarie.
Il rischio di emarginazione di una parte rilevante della popolazione dai percorsi di prevenzione e salute, oltre a una questione etica, rappresenta anche un costo per lo Stato stesso, con rischio di sovraffollamento dei pronto soccorso e inefficienze nei servizi.

In un prima fase, ad aprile, il progetto ha dato l’avvio a un percorso di formazione che ha visto la partecipazione di oltre 40 tra mediatori, operatori sociali e volontari, segnale che la tematica è avvertita da tanti e c’è la volontà di fare qualcosa di concreto per risolvere questa problematica.
Ora si è passati alla fase successiva del progetto, con l’avvio del servizio di accompagnamento sanitario presso le strutture Asur Marche Nord e il coinvolgimento di mediatrici - al momento di lingua albanese, romena, araba, francese, inglese - che facilitano il rapporto medico-paziente.
Il servizio è attivo a Fano, presso il Palazzo di Vetro, Via IV Novembre, nei seguenti reparti e orari: Ginecologia e Ostetricia, martedì e giovedì 8,30 - 12,30; Front Office, martedì 15-17 e giovedì 14,30-16,30. Negli stessi giorni e orari, è anche attivo il numero 389 6308078.

Per un incontro diretto e per maggiori informazioni è possibile trovare le mediatrici tutti i mercoledì, dalle 15 alle 17 a Fano presso la sede de L’Africa Chiama Onlus in Via Giustizia, 6/d.
Tutte le informazioni sul progetto si ritrovano sul nostro sito web www.lafricachiama.org alla pagina dedicata http://bit.ly/29vFLG7


Progetto O.A.S.I

LOCANDINA

Guarda i nostri video


UN’”OASI” PER GLI STRANIERI PRESENTI SUL TERRITORIOUN’”OASI” PER GLI STRANIERI PRESENTI SUL TERRITORIOUN’”OASI” PER GLI STRANIERI PRESENTI SUL TERRITORIO

UN’”OASI” PER GLI STRANIERI PRESENTI SUL TERRITORIOUN’”OASI” PER GLI STRANIERI PRESENTI SUL TERRITORIO 

Seguici su Facebook

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative eprogetti.