I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. I cookie presenti in questo sito sono esclusivamente di tipo tecnico e non profilano in alcun modo il comportamento dell’utente. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Informativa Cookie.

L'AFRICA CHIAMA ONLUS ONG - Via Giustizia , 6/D - 61032 Fano (PU)

Tel. e fax 0721.865159

LA STAGIONE DELLE PIOGGE

In Tanzania la stagione delle piogge va da novembre a maggio. Una stagione molto lunga in cui per giorni piove o comunque non esce il sole, per noi forse un po' noiosa e malinconica, ma per i tanzaniani è la stagione della vita.
Tutto è verde, nei fiumi che prima erano soltanto strade di terra come tutte le altre, ora scorre un'acqua color fango, ma questo non ferma i ragazzi che si tuffano ugualmente. 
I cammini polverosi si trasformano in strade scivolose, scavate dalla pioggia che crea piccoli ruscelli e le rende ancora più accidentate con “pozzanghere” che sembrano piccoli laghetti.

In questa stagione si piantano tutte le sementi, il mais, i fagioli, le zucche e le patate sono i più comuni, viene coltivato anche il più piccolo angolo di terra, tutto diventa verde e rigoglioso.

Le donne cantando lavorano nei campi mentre i bambini giocano nel fango, e i più grandi aiutano le mamme. A scuola viene insegnato ai bambini come coltivare, per la strada infatti capita spesso che si vedono questi bambini con la divisa della scuola tornare a casa con la zappa in spalla.

Parlando con i tanzaniani, per loro la stagione delle piogge significa cibo. Non si spreca niente tutto è buono da mangiare, le foglie delle piante dei fagioli o di zucca diventano un perfetto contorno da accompagnare con l'ugali, la polenta.

In questa stagione vengono fuori anche tanti insetti, per loro proteine. Una mattina appena arrivata al centro ritrovo le operatrici tutte felici che raccoglievano da terra questi insetti con delle lunghe ali, ne avevano raccolti due grandi cesti e poi via a cuocerli. Tolte le ali, li hanno passati nell'olio e ne hanno mangiati a manciate.

Quando arriva la pioggia, alla prima goccia che scende, le donne si affrettano a mettere dei secchi ai lati dei tetti per raccogliere l'acqua che scivola giù dalle lamiere. Durante questa stagione spesso non c'è luce e non arriva l'acqua nelle case, poter raccogliere l'acqua piovana evita alle donne di fare chilometri su chilometri con secchi d'acqua in testa, come già fanno durante la stagione secca, poiché la fonte d'acqua non sempre è nel villaggio.

La loro vita è semplice e ripetitiva, scandita dal ritmo delle stagioni, con la zappa sotto il sole o sotto la pioggia, che lavorano per sopravvivere.

Ilenia Giampaoli volontaria in servizio civile (Tanzania)

 foto degli insetti appena raccolti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un nuovo presidente per la Tanzania

IL VIAGGIO DELLA SPERANZA

Una giornata di allegria al Centro Kipepeo

Guarda i nostri video


LA STAGIONE DELLE PIOGGELA STAGIONE DELLE PIOGGELA STAGIONE DELLE PIOGGE

LA STAGIONE DELLE PIOGGELA STAGIONE DELLE PIOGGELA STAGIONE DELLE PIOGGE

Seguici su Facebook

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative eprogetti.