I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. I cookie presenti in questo sito sono esclusivamente di tipo tecnico e non profilano in alcun modo il comportamento dell’utente. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Informativa Cookie.

L'AFRICA CHIAMA ONLUS ONG - Via Giustizia , 6/D - 61032 Fano (PU)

Tel. e fax 0721.865159

NON LI DIMENTICHERO’. SONO FANTASTICI!

TESTIMONIANZA DI ELISA VOLONTARIA AD IRINGA IN TANZANIA

Quante cose si possono assimilare in poco tempo in un posto così pieno di vita, problemi, gioie, contraddizioni, sentimenti, sapori e colori? Troppo poche, ne ho lasciate sicuramente un milione là! Ho riempito la valigia con pezzi di Africa fino quasi a farla esplodere, ma niente di quello che c'è dentro basterà a farmi ricordare tutto quello che ho vissuto in pochi giorni.
Ogni giorno succedeva qualcosa di nuovo, di bello o di brutto, piccolo o grande, persino il meteo poteva esser imprevedibile: in una zona il granturco era al massimo dello splendore, ma a distanza di pochissimi chilometri le piogge non erano arrivate a far crescere il mais.

Innanzitutto sono rimasta stupefatta nel vedere con i miei occhi la quantità di progetti che L'Africa Chiama sostiene nella città di Iringa e dintorni, quanti bambini hanno la possibilità di usufruire di un aiuto fondamentale per la loro vita: i pasti alle mense scolastiche, il centro ricreativo e la casa residenziale per i ragazzi di strada, il centro Nutrizionale Kipepeo per i bimbi malnutriti e soprattutto il centro Sambamba ed i centri per bambini disabili dislocati nei vari quartieri della città e nell'ospedale.

Ho passato la maggior parte del tempo in questi centri e quello che più mi ha colpita è il coinvolgimento che L’Africa Chiama vuole creare con la comunità e le famiglie. Se ancora oggi in Italia è difficile l'integrazione di persone disabili nella società, in Tanzania sembra lontana anni luce; il lavoro più grande è quello di far capire che non per forza un disabile è un peso.
Vedere le mamme che fanno terapia ai figli, tutte insieme, con l'aiuto delle operatrici e dei terapisti ,è un'emozione bellissima sapendo che per loro fare questo è uno sforzo controcorrente, sia per l'opinione della società che per le difficoltà pratiche che possono essere il portare un bimbo disabile al centro di riabilitazione senza mezzi di trasporto o il sottrarre del tempo al lavoro agricolo necessario per la sopravvivenza della famiglia.

Ringrazio tantissimo Paolo e Alessia che coordinano tutto questo lavoro direttamente sul campo senza risparmiarsi!
E' stato bello collaborare con le operatrici dei centri che lavorano con i bimbi e conoscere Newton che aiuta Alessia e Paolo nel rapporto con gli enti e le autorità locali e in tante altre attività! Devo ringraziare tanto anche loro.
Spero di riabbracciare il prima possibile tutti i bimbi meravigliosi con cui ho giocato. Sono fantastici!in così poco tempo passato insieme mi hanno dato ugualmente tanto affetto. Sono certa che non li dimenticherò!
Elisa Tarsi, volontaria a Iringa (Tanzania) -Febbraio 2017

CLICCA QUI maggiori informazioni sul volontariato in Africa!
CLICCA QUI per leggere le altre testimonianze dei volontari in Africa!

Da Pesaro alla Tanzania, il viaggio di Elisa

Elisa cucina per L'africa Chiama

Guarda i nostri video


NON LI DIMENTICHERO’. SONO FANTASTICI!NON LI DIMENTICHERO’. SONO FANTASTICI!NON LI DIMENTICHERO’. SONO FANTASTICI!

NON LI DIMENTICHERO’. SONO FANTASTICI!NON LI DIMENTICHERO’. SONO FANTASTICI!NON LI DIMENTICHERO’. SONO FANTASTICI!

Seguici su Facebook

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative eprogetti.